Dolomiti Photo vol.2 - White Edition - I Grandi Fotografi delle Dolomiti.

Onorato di essere stato scelto tra gli autori del progetto Dolomiti Photo vol.2 – White Edition – I Grandi Fotografi delle Dolomiti, a cui ho contribuito con quattro foto (3 a colori e una in bianco nero, più due foto che compaiono nella grafica del titolo di copertina). Pubblicato da Edizioni ViviDolomiti all’interno della collana Mountain Geographic e patrocinato dalla Fondazione Dolomiti UNESCO, il libro presenta splendide foto delle Dolomiti attraverso stili e tecniche di diversi ottimi fotografi. Tradotto anche in tedesco ed inglese, è disponibile da novembre 2018 in un’edizione di alta qualità.

Dal sito www.vividolomiti.it:
Benvenuti in Dolomiti Photo, I grandi fotografi delle Dolomiti, una galleria di immagini suggestive frutto di una selezione internazionale di fotografi, quasi tutti conosciuti come specialisti nel loro campo. Accanto a tutti questi autori si trovano descritte le differenti prospettive, le visioni del mondo che sono prima e dopo lo scatto. Una certezza: le Dolomiti s'impongono come una delle mete più ricercate per la fotografia paesaggistica ma anche come una delle tappe fondamentali della fioritura tecnica di fotografi del luogo.
Quali sono le ragioni della crescente attrattività fotografica di questi luoghi? In linea teorica ogni appassionato di attività di montagna può realizzare immagini iconiche, che rimandano l'esperienza dei fruitori alle sensazioni della visita.
E le fatiche si traducono in una concretizzazione immediata e diretta del proprio lavoro, ricca di soddisfazione, tale da sconfiggere le difficoltà della disciplina. Il maltempo e le lunghe attese, le faticose marce e i bivacchi improvvisati, l'incompiutezza di un'uscita e le frustranti situazioni senza la macchina fotografica.
Il caso, l'iniziativa, la tenacia e l'intuito si fondono in una disciplina che trascende i confini di un ufficio e trascina uomini in un immenso senso di libertà e controllo.
Dolomiti Photo è un'esaltazione di questa attività conoscitiva, con una peculiarità: gli stessi fotografi, che con la forma dell'immagine avevano tratto dalla natura il bello, perdono qui il primato dell'azione e lo scettro del controllo.
Infatti la composizione di fotografie che trovate nel libro si ispira a un principio di affinità con la natura: ecco quindi il potere del Bello riconsegnato dall'Uomo (e dalla sua macchina fotografica) alla Natura. Pagina per pagina, essa sola ha il compito di raccontare lo stile di ciascuno dei suoi cantori: è l'oggetto che narra la prospettiva. La natura morta "vive" descrivendo lo stile che l'ha immortalata. Le Dolomiti, luoghi incantevoli, non sono più così solamente un oggetto: diventano un teatro delle emozioni e delle culture umane, nelle sottili sfumature di una composizione fotografica, di un colore, di una storia o di una percezione da comunicare. Diventano fotografate e fotografanti un campione di umanità.
La collezione di immagini, e la loro selezione e combinazione, risponde così al compito più nobile prospettato con questa ricerca: l'esaltazione della Natura e, dentro la Natura, l'esaltazione dell'Humanitas.

COV_dolpho2_vividolomiti_libridimontagna_fronte_P.jpg

search

pages

loading